Home

Alcune lettere di ringraziamento

 

Indice:

 
- Lettera del Sindaco di Lorenzago del 15 ottobre 1921
- Lettera del Podestà di Lozzo del 10 maggio 1929
- Lettera del Sindaco di Lorenzago del 7 dicembre 1951
- Lettera della Società Montecorona del 30 novembre 1961
- Lettera del Sindaco di S. Vito del 11 agosto 1962
- Lettera del Sindaco di Lozzo del 12 settembre 1963
- Lettera del Sindaco di Lozzo del 21 ottobre 1964
- Lettera del Sindaco di Lozzo del 24 gennaio 1966
- Lettera del Sindaco di Lozzo del 4 agosto 1975
- Lettera del Sindaco di Lozzo del 12 febbraio 1976
- Lettera del Sindaco di Calalzo del 12 gennaio 1987
- Lettera del Sindaco di Lorenzago del 24 maggio 1990
 
- Lettera del Sindaco di Lozzo del 03 settembre 2007
- Ringraziamento per incendio del 21.01.2011 a Domegge (Articolo)

 

Lettera del 15 ottobre 1921 del Sindaco del Comune di Lorenzago indirizzata al Sindaco di Lozzo:

Prot.1499 - Lorenzago, li’ 15 ottobre 1921

All’Ill.mo Sig. Sindaco di
Lozzo di Cadore

A nome dell’Amministrazione Comunale, dei danneggiati e della popolazione tutta prego la S.V. di farsi interprete presso codesto Corpo Pompieri Volontari dei sentimenti di viva e cordiale riconoscenza per la pronta ed efficace sua opera di salvataggio, estinzione ed isolamento nell’incendio sviluppatosi l’altra sera nella casa De Michiel – De Lorenzo in Villapiccola.
Voglia anche la S.V., possibilmente a mezzo di pubblici manifesti, ringraziare codesta popolazione che, accorsa in massa, presto' un’opera veramente efficace specialmente per mantenere rifornite d’acqua le pompe.
In Lorenzago restera' perenne il ricordo dell’aiuto prestato ed esso servirà a maggiormente rinsaldare i vincoli di fraterna amicizia che legano codesto a questo Comune.
Ringraziando mi e' gradito cogliere l’occasione per esprimere i sensi della mia osservanza.
Il Sindaco

 

 

Lettera del 10 maggio 1929 del Podesta' di Lozzo, scritta al Podesta' di Comelico Superiore:

 

Prot.950 - 10 maggio 1929

Ill.mo Podesta' del Comune di
Comelico Superiore

Ho appreso con vivo piacere della nota della S.V. Ill.ma come i pompieri di Lozzo si siano dimostrati premurosi nel prestare aiuto per domare l'incendio di Candide la sera del 3 aprile 1929 riscuotendo il plauso e la riconoscenza di codesta popolazione e della S.V. Ill.ma.
Il comandante del Corpo pompieri, per quell'alto spirito di cameratismo che lo anima, non intende chiedere nessn rimborso di spese a codesto Comune.
Con ossequio.
Il Podesta'

 

 

Lettera del 7 dicembre 1951 del Sindaco del Comune di Lorenzago indirizzata al Sindaco di Lozzo

 

Prot.2541 - Lorenzago, li’ 7 dicembre 1951

All’Ill.mo Sig. Sindaco di
Lozzo di Cadore

Nel frangente dell'incendio che nella ora antimeridiana del 5 dicembre corrente distrusse in un baleno un'intero fabbricato in questo Comune, mettendo in serio pericolo altre contermini abitazioni, Vi prego di far giungere al Corpo dei Vigili Volontari del Fuoco ed a quanti privati cittadini  di codesto Comune hanno prestato la loro opera di spegnimento, isolamento e di salvataggio, le espressioni della gratitudine ed i sentiti ringraziamenti di questa Amministrazione, dei sinistrati, dei proprietari degli stabili contermini e dell'intera popolazione.

La prestazione del soccorso merita una particolare attestazione di lode per la prontezza dell'intervento, per lo spirito di abnegazione e di coraggio posti nello svolgimento delle operazioni di spegnimento, isolamento e salvataggio di beni e cose.

Gradisca Sig. Sindaco i sensi della mia maggiore considerazione e distinta stima.

Il Sindaco

 

 

Lettera del 30 novembre 1961 della Società Montecorona - Mineraria Industriale di Trento indirizzata al Capo Distaccamento

 

Prot.1889 - Trento, 30 novembre 1961

Egregio Signor

Valentino Calligaro Scott

Comandante Vigili del Fuoco
Lozzo di Cadore

 

La presente per porgerLe i ns. più vivi e sentiti ringraziamenti per la solidarietà umana da Lei dimostrata in occasione della tragedia che ci ha colpiti con l'immatura dipartita del ns. Consigliere e Amministratore Signor per. ind. Andrea Bonalda.

Contemporaneamente La preghiamo di gradire i sensi della ns. perfetta considerazione.

 

Monte Corona

Il Consigliere Delegato

Leo Seiser

 

P.S. La ns. riconoscente attestazione va estesa ai Vigili del Fuoco prestatisi spontaneamente per i turni di veglia e la ns. Società farà una offerta al Corpo, in occasione di una prossima visita del ns. Consigliere Delegato Dott. Leo Seiser.

 

 

Lettera dell'11 agosto 1962 del Sindaco del Comune di San Vito di Cadore

 

Prot.2547 - li’ 11 agosto 1962
 

Oggetto: Incendio di S. Vito di Cadore del 06.08.1962.


Allo Spett.le

Comando Vigili del Fuoco
Lozzo di Cadore

 

In occasione del disastroso incendio di S. Vito di Cadore, codesto Comando ha fatto intervenire i propri Vigili e mezzi con l'abituale e tradizionale prontezza e sollecitudine.

Il personale si è comportato egregiamente, con spirito di abnegazione e di sacrificio, non disgiunto dal disprezzo per il pericolo.

Soltanto ora, a causa dei molteplici impegni conseguenti all'incendio predetto, sono in grado di porgere i piu' sentiti e vivi ringraziamenti, a nome anche del Consiglio Comunale, che mi ha incaricato inoltre di formulare il più vivo elogio all'indirizzo della squadra intervenuta, Comandante e Vigili del Fuoco.

Con distinti saluti.

 

Il Sindaco

De Vido Matteo

 

 

Lettera del 12 settembre 1963 del Sindaco del Comune di Lozzo di Cadore

 

Lozzo, 12 settembre 1963

Egregio Comandante,

come già in tante altre circostanze, anche in quella dolorosa dell'incendio sviluppatosi a Lozzo l'11 corrente il Corpo dei Vigili del Fuoco di Lozzo ha dimostrato l'efficienza e lo spirito di abnegazione che lo animano e che lo hanno sempre distinti fra tutti i Corpi Pompieristici del Cadore.

La prontezza con cui i bravi militi, da Lei comandati, sono intervenuti e si sono prodigati nell'opera di spegnimento è superiore ad ogni elogio e ad essa è dovuto se l'incendio ha potuto essere domato, senza che si estendesse ad altri fabbricati.

Voglia pertanto accogliere, egregio Comandante, l'espressione di gratitudine e di vico compiacimento dell'Amministrazione Comunale  e della Cittadinanza tutta.

Coi più cordiali saluti.

 

L'assessore Anziano

 

 

Lettera del 21 ottobre 1964 del Sindaco del Comune di Lozzo di Cadore

 

Prot. n°1524 - Lozzo di Cadore, 21 ottobre 1964

 

Oggetto: Ringraziamento.

Al Corpo dei Vigili del Fuoco - Lozzo di Cadore

 

Il 7 ottobre scorso, nella zona boschiva di "Sora Pera" si sviluppava un forte incendio.

Fu mercé l'intervento di codesto On. Corpo, unitamente a quello di altri, che il fuoco poté essere domato entro breve termine e poterono essere limitati i danni.

A nome dell'Amministrazione Comunale e della Cittadinanza tutta, porgo l'espressione della più viva riconoscenza per l'opera svolta.

Cordialmente.

Il Sindaco

 

 

Lettera del 24 gennaio 1966 del Sindaco del Comune di Lozzo di Cadore

 

Lozzo di Cadore, 24 gennaio 1966

 

Egregio Comandante,

ancora una volta il Corpo dei Vigili del Fuoco di Lozzo ha dato splendida prova della sua efficienza e dello spirito di abnegazione che lo hanno sempre animato.

Nell'occasione dell'incendio all'improvviso divampato nella notte del 23 corr. in una casa di abitazione del paese, è doveroso riconoscere che soltanto il tempestivo e rapido intervento del Corpo, il perfetto funzionamento delle attrezzature, lo slancio coraggioso di lei personalmente e dei militi, hanno scongiurato la diffusione delle fiamme, che già invadevano il fabbricato, con pericolo per quelli vicini, e che hanno fatto sì che i danni fossero circoscritti e l'incendio in breve tempo domato.

Non posso quindi che rendermi interprete del sentimento di gratitudine e di ammirazione della intera Cittadinanza e che La prego di notificare anche a tutti i componenti del Corpo.

Voglia, Egregio Comandante, accogliere i miei più cordiali saluti con l'espressione della migliore considerazione.

Il Sindaco

 

 

Lettera del 4 agosto 1975 del Sindaco del Comune di Lozzo di Cadore

 

Prot. n°1154 - Lozzo di Cadore, 04 agosto 1975

 

Oggetto: Nubifragio del 16 luglio u.s. e tromba d'aria del 19 luglio u.s.

Al Sig. Laguna Giuseppe

Comandante del Piccolo Posto Vigili del Fuoco

Lozzo di Cadore

 

e, p.c. al Comandante Prov. VV.F.

Belluno

 

Mi è gradito e doveroso esprimerLe il ringraziamento mio personale e della cittadinanza di Lozzo per l'assistenza veramente encomiabile prestata da Lei e dai Vigili del Fuoco di Lozzo in occasione del nubifragio e della tromba d'aria in oggetto citati.

La Sua presenza e quella dei pompieri locali hanno contribuito a dare tranquillità e fiducia ai cittadini colpiti dalle due sopra ricordate calamità naturali.

Distinti Saluti.

Il Sindaco

 

 

Lettera del 12 febbraio 1976 del Sindaco del Comune di Lozzo di Cadore

 

Prot. n°102 - Lozzo di Cadore, 12 febbraio 1976

 

Oggetto: Incendio Occhialeria "De Bon" del 4 febbraio 1976.

 

Al Signor Comandante

il Piccolo Posto dei Vigili del Fuoco

Lozzo di Cadore

 

Il pronto intervento dei Vigili del Fuoco di Lozzo, sotto il Suo comando, la loro partecipazione generosa nell'opera di spegnimento dell'incendio che ha purtroppo distrutto la fabbrica "De Bon" il 4 febbraio, meritano un doveroso e pubblico riconoscimento da parte di tutti.

Se l'occhialeria non è stata salvata per le proporzioni dell'incendio, sono stati salvati gli edifici circostanti e questo grazie all'altruistica dedizione dei Vigili del Fuoco del piccolo posto di Lozzo ed all'attenta e diligente direzione da Lei offerta.

A nome della popolazione, dell'Amministrazione comunale e mio personale rivolgo a Lei ed ai Vigili del Fuoco il più sentito ringraziamento.

Con i più distinti saluti.

 

Il Sindaco

 

 

Lettera del 12 gennaio 1987 del Sindaco del Comune di Calalzo di Cadore

 

Prot. n°156 - Calalzo di Cadore, 12.01.1987

 

Oggetto: Ringraziamento.

Ai Pompieri Volontari

di

Lozzo di Cadore

 

Mi riferisco all'incendio avvenuto a Calalzo nella notte del 9 gennaio corr. per esprimere il doveroso riconoscimento ai Pompieri Volontari di Lozzo di Cadore per l'utile e tempestivo intervento.

Unitamente ai colleghi Vigili del Fuoco del Distaccamento di Pieve di Cadore ed ai Volontari di Calalzo di Cadore in tempi brevissimi sono riusciti a circoscrivere e domare l'incendio, evitando danni alle case vicine ed alle persone.

Esprimo quindi il grazie sentito della cittadinanza e mio personale non senza evidenziare la perizia dimostrata nelle operazioni d'intervento compiute.

 

Il Sindaco

Giacomo Frescura

 

 

Lettera del 24 maggio 1990 del Sindaco del Comune di Lorenzago di Cadore

 

Lorenzago, 24.05.1990

 

Al Preg.mo Signor

Vincenzo Zanin

Capo Distaccamento VV.F. Volontari

Lozzo di Cadore

 

Egregio Signor Comandante,

a nome dell'Amministrazione comunale, della popolazione e mio personale, esprimo alla S.V. ed al personale dipendente, il più sentito ringraziamento per l'intervento tempestivo ed efficace svolto in occasione del recente incendio boschivo al Passo Mauria.

Con viva cordialità.

 

Il Sindaco

Mario Tremonti

 

 

Lettera del 3 settembre 2007 del Sindaco del Comune di Lozzo di Cadore

 

Lozzo di Cadore, 03.09.2007

 

Spett.le Distaccamento

Vigili del Fuoco Volontari

di

Lozzo di Cadore

 

A nome dell'Amministrazione Comunale e mio personale, desidero esprimere i più sentiti ringraziamenti per la preziosa e generosa opera prestata dai volontari di codesto Distaccamento in occasione delle ricerche del nostro concittadino De Meio Aldo.

Con l'occasione porgo i più cordiali saluti e la rinnovata riconoscenza per il Vostro generoso e fondamentale impegno profuso per la nostra comunità.

 

Il Sindaco

Dott. Mario Manfreda

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



 


Home